Regolamento

Integrazione al Regolamento d'Istituto

Prevenzione COVID - 19

Delibera N. 134 CDI del 09/09/2020

Sommario

RIFERIMENTI LEGISLATIVI

14.1 Docenti

RIFERIMENTI LEGISLATIVI

Testo unico sulla sicurezza, D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Gestione delle operazioni di pulizia, disinfezione e sanificazione nelle strutture scolastiche, INAIL 2020 Circolare N. 3/2020 “indicazioni per il rientro in sicurezza sui luoghi di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni” a firma di Fabiana Dadone

Piano per la ripartenza 2020/2021, Manuale operativo, a cura dell’USR Veneto

Anno scolastico 2020/21 e Covid-19. Materiali per la ripartenza. 10 suggerimenti per la stesura di check list utili alla ripartenza, a cura dell’USR Emilia Romagna.

Piano Scuola 2020/2021

Documento tecnico sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento dell’esame di Stato nella scuola secondaria di secondo grado

D.L. 19 del 25 marzo 2020.

CCNL scuola 2016/2018.

Linee guida per la didattica digitale integrata.

Proposte operative per i dirigenti scolastici, del Politecnico di Torino.

“Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di Covid 19” del 6 agosto 2020 del Ministero dell’Istruzione.

Rapporto ISS COVID-19 n. 58/2020 Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia.

Torna al sommario

1. Premessa

1. Il presente Regolamento individua le misure da attuare per prevenire e mitigare il rischio di contagio da SARS-CoV-2 nell’ambito delle attività dell’ICS Bonvesin de la Riva di Legnano, nel rispetto dei diritti e dei doveri di tutte le sue componenti, ovvero le studentesse, gli studenti, le famiglie, il Dirigente scolastico, i docenti e il personale non docente.

2. Il Regolamento è approvato dal Consiglio d’Istituto, l’organo di indirizzo politico-amministrativo e di controllo della scuola che rappresenta tutti i componenti della comunità scolastica, su impulso del Dirigente scolastico e del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione, e ha validità per l’anno scolastico 2020/2021.

3. Il presente Regolamento può essere modificato dal Consiglio di Istituto anche su proposta delle singole componenti scolastiche e degli Organi collegiali, previa informazione e condivisione da parte di tutta la comunità scolastica.

4. La mancata osservanza delle norme contenute nel presente Regolamento e nei suoi allegati può portare all’irrogazione di sanzioni disciplinari sia per il personale della scuola che per le studentesse e gli studenti con conseguenze sulla valutazione intermedia e finale del comportamento.

Torna al sommario

2. Soggetti responsabili e informazione

1. Il Dirigente scolastico invia tramite posta elettronica a tutti i membri della comunità scolastica e pubblica sul sito dell’istituzione scolastica il presente Regolamento e ne dà informazione a chiunque entri all’interno degli ambienti scolastici, anche attraverso l’affissione nei luoghi maggiormente visibili dei locali scolastici, rendendone obbligatorio il rispetto delle norme e delle regole di comportamento in esso indicate. Il presente Regolamento è pubblicato anche sul sito web istituzionale della scuola.

2. È fatto obbligo a tutti i componenti della comunità scolastica di consultare il Servizio di prevenzione e protezione nella figura del suo Responsabile qualora le indicazioni di sicurezza contenute nel presente Regolamento non possano essere applicate per problemi particolari reali e concreti.

Torna al sommario

3. Chiarimenti iniziali

Ai fini della corretta interpretazione delle disposizioni contenute nel presente Regolamento si chiarisce quanto segue:

a) Il coronavirus SARS-CoV-2 si trasmette tramite droplet, ovvero goccioline emesse dalla bocca della persona infetta che cadono nel raggio di circa 1 metro dalla fonte di emissione e possono contaminare bocca, naso o occhi di una persona sufficientemente vicina. I droplet possono contaminare oggetti o superfici e determinare il contagio per via indiretta, tramite le mani che toccano questi oggetti o superfici e vengono poi portate alla bocca, al naso o agli occhi. Anche il contatto diretto con una persona infetta, ad esempio tramite la stretta di mano o il bacio, oppure toccare con le mani i fazzoletti contaminati dalle secrezioni del malato possono costituire un rischio di esposizione al coronavirus.

b) Sono sintomi riconducibili al COVID-19, ovvero alla malattia infettiva da coronavirus SARS-CoV-2, febbre con temperatura superiore ai 37,5°C, brividi, tosse secca, spossatezza, indolenzimento, dolori muscolari, diarrea, perdita del gusto e/o dell’olfatto, difficoltà respiratoria, fiato corto.

c) Per “contatto stretto con un caso di COVID-19” si intende una persona che è venuta a contatto con un’altra persona affetta da COVID-19 da 2 giorni prima dell’insorgenza dei sintomi e fino a quando la persona malata non è stata isolata. In ambito scolastico il contatto stretto può avvenire:

- tramite un qualsiasi contatto fisico, compresa la stretta di mano;
- restando per almeno 15 minuti in un ambiente chiuso a una distanza inferiore a 2 metri anche indossando la mascherina;
- restando nello stesso ambiente chiuso a qualsiasi distanza senza l’uso di mascherine.

Torna al sommario

4. Regole generali

1. A tutti i componenti della comunità scolastica (personale scolastico, studentesse e studenti, componenti del nucleo familiare) e a tutti i soggetti esterni che accedono agli edifici della scuola e alle sue pertinenze è fatto obbligo, per tutta la durata della loro permanenza di:

- indossare la mascherina, durante ogni spostamento, e ogni qualvolta non sarà possibile garantire un adeguato distanziamento. Pertanto sarà opportuno averla sempre a portata di mano
- mantenere la distanza fisica interpersonale di almeno 1 metro e rispettare attentamente la segnaletica orizzontale e verticale;
- disinfettare periodicamente le mani con gel igienizzante, o lavarle con acqua e sapone secondo le buone prassi suggerite dagli organi competenti (Istituto superiore di sanità, Organizzazione mondiale della sanità), in particolare prima di accedere alle aule e ai laboratori, subito dopo il contatto con oggetti di uso comune, dopo aver utilizzato i servizi igienici, dopo aver buttato il fazzoletto e prima e dopo aver mangiato.

2. Le finestre degli edifici scolastici e le porte delle aule devono rimanere sempre aperte in modo da consentire un adeguato ricambio d’aria. Le collaboratrici e i collaboratori scolastici e le persone che vi permangono sono tenuti ad arieggiare periodicamente, almeno ogni ora per almeno 5 minuti, i locali della scuola, compresi i corridoi, le palestre, gli spogliatoi, le sale riservate agli insegnanti, gli uffici e gli ambienti di servizio.

3. Nel caso in cui un componente della comunità scolastica (personale scolastico, studentesse e studenti, componenti del nucleo familiare) o un qualsiasi soggetto esterno che abbia avuto accesso agli edifici della scuola e alle sue pertinenze negli ultimi 14 giorni risulti positivo al SARS-CoV-2, anche in assenza di sintomi, la persona stessa se maggiorenne, o chi ne esercita la responsabilità genitoriale se minorenne, è tenuta a darne notizia al Dirigente scolastico o al suo Primo collaboratore, per consentire il monitoraggio basato sul tracciamento dei contatti stretti in raccordo con il Dipartimento di prevenzione locale al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi.

https://www.icsbonvesin.edu.it/uploads/files/525_circolare-interna-325-del-31-08-2020-allegato-dispone.pdf

Torna al sommario

5. Modalità generali di ingresso nei locali della scuola

1. L’accesso agli edifici scolastici e alle loro pertinenze è vietato in presenza di febbre pari o superiore a 37.5°C o altri sintomi influenzali riconducibili al COVID-19. In tal caso è necessario rimanere a casa e consultare telefonicamente un operatore sanitario qualificato, ovvero il medico di famiglia, il pediatra di libera scelta, la guardia medica o il numero verde regionale.

2. L’accesso agli edifici scolastici e alle loro pertinenze è altresì vietato a chiunque, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti stretti con soggetti risultati positivi al SARS-CoV-2 o provenga da zone a rischio che eventualmente saranno segnalate dalle autorità nazionali o regionali.

3. L’ingresso a scuola di studentesse, studenti e lavoratori già risultati positivi al SARS-CoV-2 dovrà essere preceduto dalla trasmissione via mail all’indirizzo della scuola (MIIC8D9008@ISTRUZIONE.IT) della certificazione medica che attesta la negativizzazione del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal Dipartimento di prevenzione territoriale di competenza.

4. È istituito e tenuto presso le reception delle sedi dell’Istituto un Registro degli accessi agli edifici scolastici da parte dei fornitori e degli altri soggetti esterni alla scuola, compresi i genitori, con indicazione, per ciascuno di essi, dei dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza), dei relativi recapiti telefonici, nonché della data di accesso e del tempo di permanenza.

5. L’accesso dei fornitori esterni e dei visitatori è consentito solamente nei casi di effettiva necessità amministrativo-gestionale ed operativa, previa prenotazione e calendarizzazione, ed è subordinato alla registrazione dei dati di cui al punto precedente e alla misurazione della temperatura, tramite termo scanner. Se tale temperatura risulterà uguale o superiore ai 37,5°C, non sarà consentito l’accesso. Nella rilevazione della temperatura corporea, saranno garantite tutte le procedure di sicurezza ed organizzative al fine di proteggere i dati personali raccolti secondo la normativa vigente.

6. È comunque obbligatorio

- Rivolgersi preventivamente agli uffici di segreteria via mail o tramite contatto telefonico al fine di evitare tutti gli accessi non strettamente necessari;
- Utilizzare, in tutti i casi in cui ciò è possibile, gli strumenti di comunicazione a distanza (telefono, posta elettronica, PEC, etc.).

7. In caso di lavoratori dipendenti di aziende che operano o abbiano operato all’interno dei locali della scuola (es. manutentori, fornitori, etc.) e che risultassero positivi al tampone COVID-19, nei 14 giorni successivi all’accesso nel comprensorio scolastico, il datore di lavoro dovrà informare immediatamente il Dirigente scolastico ed entrambi dovranno collaborare con il Dipartimento di prevenzione territoriale di competenza fornendo elementi per il tracciamento dei contatti.

https://www.icsbonvesin.edu.it/docs/circolari/524_circolare-interna-324-del-31-08-2020-allegato-dispone.pdf

Torna al sommario

6. Suddivisione degli edifici scolastici in settori e transiti durante le attività didattiche

1. Gli edifici scolastici dell’Istituto comprendono: la scuola secondaria Bonvesin, la scuola primaria De Amicis, la scuola primaria Don Milani e la scuola dell’infanzia di via Cavour.

2. Ciascuna delle sedi è suddivisa in settori che comprendono un numero variabile di aule didattiche al fine di gestire in maniera più efficace l’applicazione delle misure di sicurezza contenute in questo Regolamento, il tracciamento dei contatti in caso di contagio accertato dalle autorità sanitarie e le conseguenti misure da adottare.

3. A ciascun settore dei quattro edifici sono assegnati, dei canali di ingresso e uscita, indicati da apposita segnaletica orizzontale e verticale, attraverso i quali le studentesse e gli studenti delle rispettive classi devono transitare durante le operazioni di ingresso e di uscita.

4. Al personale scolastico, docente e non docente, è consentito l’ingresso e l’uscita attraverso l’accesso principale di ciascun plesso. Sarà cura del personale rispettare la segnaletica relativa ai sensi di marcia, mantenere ordinatamente il distanziamento fisico dalle altre persone presenti ed entrare ed uscire senza attardarsi nei luoghi di transito.

5. Alle studentesse e agli studenti è vietato transitare dal settore che comprende la propria aula verso altri settori per tutta la loro permanenza all’interno della scuola, tranne quando devono recarsi, sempre rispettando il distanziamento fisico, i sensi di marcia indicati nella segnaletica e l’uso della mascherina:

- nelle palestre o in altri luoghi esterni alla scuola con la propria classe solo se accompagnati dall’insegnante;
- ai servizi igienici se non presenti all’interno del proprio settore.

6. La mappatura dei settori, i percorsi e gli spazi, l’associazione delle classi alle aule, su Determina dirigenziale, sono consultabili all’ingresso di ciascun plesso e sul sito dell'istituto al seguente link

https://www.icsbonvesin.edu.it/docs/circolari/528_circolare-interna-003-del-02-09-2020-allegato-procedure-riapertura-scuola-inizio-a.s.-2020-2021.pdf

Torna al sommario

7. Modalità di ingresso e uscita da scuola

L’ingresso ai singoli plessi è organizzato in più momenti per evitare l’assembramento e da punti di accesso diversificati evidenziati da apposita segnaletica.

7.1 Scuola dell'infanzia

L’ingresso è previsto in un arco di tempo che va dalle ore 8.00 alle ore 9.30
Un solo genitore, o un suo delegato, può accedere all’interno della scuola nei momenti di ingresso e uscita. Non è ammesso l’ingresso di altri minori (fratellini o sorelline). Per evitare assembramenti all’esterno, è opportuno che si rechi a scuola un solo accompagnatore.

7.2 Scuola primaria

1. A partire dalla campana di ingresso il personale scolastico è tenuto ad assicurare il servizio di vigilanza come stabilito da specifica determina del Dirigente scolastico. I docenti impegnati nella prima ora di lezione devono aspettare gli alunni nei pressi dei punti di raccolta delle rispettive classi.

2. In caso di arrivo in anticipo, i genitori e gli alunni devono attendere il suono della campana di ingresso rispettando scrupolosamente il distanziamento fisico e indossando correttamente la mascherina negli spazi antistanti.

3. Al suono della campana di ingresso gli alunni raggiungono sotto la vigilanza dei docenti le aule didattiche di appartenenza, attraverso i percorsi assegnati a ciascun settore, in maniera rapida e ordinata, e rispettando il distanziamento fisico. Non è consentito attardarsi negli spazi esterni agli edifici.

4. Una volta entrati a scuola, si avrà cura di rispettare le distanze fisiche tra chi precede e chi segue, eventualmente posizionandosi da un lato se ci si dovesse fermare per un qualsiasi motivo. In ogni caso sono da evitare assembramenti.

5. Una volta raggiunta la propria classe gli alunni prendono posto al proprio banco senza togliere la mascherina. Durante le operazioni di ingresso e uscita non è consentito sostare nei corridoi e negli altri spazi comuni antistanti le aule e, una volta raggiunto, non è consentito alzarsi dal proprio posto.

6. All’uscita da scuola i docenti accompagneranno gli alunni secondo i percorsi precostituiti indossando la mascherina e rispettando il distanziamento fisico.

7. Le operazioni di uscita sono organizzate su due turni scanditi dal suono della campana alle ore 15.55 e 16.00.

8. A partire dalla prima campana di uscita il personale scolastico è tenuto ad assicurare il servizio di vigilanza per tutta la durata delle operazioni.

7.3 Scuola secondaria

1. L’ingresso è organizzato in due momenti (ore 8 e ore 8.10) per evitare l’assembramento e da punti di accesso diversificati evidenziati da apposita segnaletica.

2. In caso di arrivo in anticipo, le studentesse e gli studenti devono attendere il suono della campana di ingresso rispettando scrupolosamente il distanziamento fisico e indossando correttamente la mascherina negli spazi antistanti.

3. Al suono della campana di ingresso le studentesse e gli studenti devono raggiungere le aule didattiche di appartenenza, attraverso i canali di ingresso assegnati a ciascun settore, in maniera rapida e ordinata, e rispettando il distanziamento fisico. Non è consentito attardarsi negli spazi esterni agli edifici.

4. Una volta entrati a scuola, si avrà cura di rispettare le distanze fisiche tra chi precede e chi segue, eventualmente posizionandosi da un lato se ci si dovesse fermare per un qualsiasi motivo. In ogni caso sono da evitare assembramenti.

5. Una volta raggiunta la propria aula, le studentesse e gli studenti prendono posto al proprio banco senza togliere la mascherina. Durante le operazioni di ingresso e uscita non è consentito sostare nei corridoi e negli altri spazi comuni antistanti le aule e, una volta raggiunto, non è consentito alzarsi dal proprio posto.

6. A partire dalla campana di ingresso il personale scolastico è tenuto ad assicurare il servizio di vigilanza come stabilito da specifica determina del Dirigente scolastico. I docenti impegnati nella prima ora di lezione dovranno essere presenti a scuola 5 minuti prima dell’inizio, ovvero alle ore 7:55 e devono aspettare gli alunni nei pressi degli accessi previsti per le rispettive classi.

7. All’uscita da scuola i docenti avvieranno le studentesse e gli studenti secondo vie precostituite, seguendo, sostanzialmente, le regole di un’evacuazione ordinata entro la quale studentesse e studenti dovranno rispettare il distanziamento fisico.

8. Le operazioni di uscita sono organizzate su due turni scanditi dal suono della campana alle ore 13.10 e 13.20.

9. Per ciascun blocco orario, la prima campana indica la fine delle attività didattiche, la seconda campana indica il momento in cui le studentesse e gli studenti di ciascuna classe, sulla base di un apposito orario di uscita indicato nelle singole classi, in maniera rapida e ordinata, e rispettando il distanziamento fisico, possono lasciare l’aula attraverso i canali di uscita assegnati a ciascun settore. Per nessun motivo è consentito alle studentesse e agli studenti di attardarsi negli spazi interni agli edifici.

10. A partire dalla prima campana di uscita il personale scolastico è tenuto ad assicurare il servizio di vigilanza per tutta la durata delle operazioni.

Torna al sommario

8. Gestione dell'intervallo

8.1 Scuola Primaria

Gli alunni consumano la merenda nella propria classe e hanno la possibilità di accedere, secondo un calendario di plesso, a spazi scolastici predisposti anche esterni al loro settore (palestra, cortile/giardino suddiviso in spazi, aula magna).

8.2 Scuola Secondaria

Gli intervalli si svolgono all’interno della propria classe, gli alunni restano seduti al loro posto, per consumare la merenda. Al termine potranno alzarsi indossando la mascherina.
Nelle scuole primarie e alla secondaria ogni unità oraria devono essere previsti almeno cinque minuti di “pausa relax”, durante la quale gli alunni possono recarsi al bagno, scaglionati e in caso di effettiva necessità. Durante questi momenti gli studenti, una volta indossata la mascherina, possono, alzarsi dal proprio banco e muoversi all'interno della classe.

Torna al sommario

9. Utilizzo servizi igienici

1. L’accesso ai servizi igienici della scuola è contingentato. È pertanto necessario disporsi in una fila ordinata e distanziata rispettando i segnali posti sul pavimento, indossando la mascherina e lavando le mani prima di entrare in bagno. Per la scuola secondaria un alunno terrà un elenco di coloro che durante la mattinata si sono recati al bagno.

2. Chiunque deve aver cura di lasciare il bagno in perfetto ordine e di abbassare la tavoletta prima di tirare lo sciacquone per limitare la produzione di gocce che possono disperdersi nell’ambiente. Prima di uscire, deve disinfettare le mani con gel igienizzante o lavarle nuovamente con acqua e sapone.

3. Chiunque noti che i bagni non sono perfettamente in ordine, deve segnalare subito il problema alle collaboratrici e ai collaboratori scolastici e questi provvederanno tempestivamente a risolverlo come indicato dalle norme e dai regolamenti di prevenzione richiamati nella premessa del presente documento.

4. Al fine di evitare assembramenti, l’accesso ai bagni sarà comunque consentito anche durante l’orario di lezione, con la necessaria ragionevolezza nelle richieste. I Collaboratori scolastici vigileranno affinché il numero degli accessi sia quello consentito.

Torna al sommario

10. Palestra

1. Per le attività di educazione motoria, qualora svolte al chiuso (es. palestre), dovrà essere garantita adeguata aerazione e un distanziamento interpersonale di almeno 2 metri (in analogia a quanto disciplinato nell’allegato 17 del DPCM 17 maggio 2020). Nelle prime fasi di riapertura delle scuole sono sconsigliati i giochi di squadra e gli sport di gruppo, mentre sono da privilegiare le attività fisiche sportive individuali che permettano il distanziamento fisico (ad. es. esercizi sul posto, allenamenti individuali, ecc.). Nella prima parte dell’anno, finché il tempo lo permetterà, le lezioni si svolgeranno in spazi esterni: parco, cortile, giardino.

2. Il comportamento in palestra/cortile/parco dovrà conformarsi alle norme generali di tutela della salute pubblica, già più volte richiamate nel presente Regolamento.

-  Per gli spostamenti aula-palestra o aula-parco è obbligatorio l’uso della mascherina.
- Per la scuola secondaria i ragazzi sono invitati al cambio delle scarpe prima dell’attività; per la scuola primaria gli alunni dovranno presentarsi a scuola in tuta e indossando calzature adatte.
- Si eviterà lo scambio di attrezzi. Qualora fosse necessario, la sanificazione avverrà ad opera dell’insegnante.
- L’accesso agli spogliatoi sarà contingentato e vigilato. Negli spogliatoi va tenuta la mascherina se il distanziamento non può essere rispettato.
- Gli indumenti personali dovranno essere riposti nella propria sacchetta. In nessun caso potranno essere lasciati sugli appendini.
- L’accesso al bagno della palestra è regolamentato secondo le disposizioni citate sopra (ved. par. 9 presente regolamento).
- Ad ogni cambio gruppo classe la palestra e i locali di pertinenza saranno sanificati.

Torna al sommario

11. Riunioni e Assemblee

1. Le riunioni in presenza degli Organi collegiali e dei diversi gruppi di lavoro dei docenti, convocate dal Dirigente scolastico o dai docenti coordinatori, nonché le riunioni di lavoro e sindacali autoconvocate del personale della scuola devono svolgersi all’interno di ambienti scolastici idonei ad ospitare in sicurezza tutti i partecipanti, nel rispetto della capienza di ciascun locale, o negli spazi esterni di pertinenza della scuola, con lo scrupoloso rispetto delle misure di distanziamento fisico.

2. Durante tali riunioni le persone presenti possono togliere la mascherina purché sia rispettato con attenzione il distanziamento fisico interpersonale di almeno 1 metro.

3. È comunque possibile lo svolgimento di tali riunioni in videoconferenza.

Torna al sommario

12. Famiglie

1. Le famiglie sono chiamate alla massima collaborazione nel monitoraggio dello stato di salute di ciascun componente della famiglia stessa. Pertanto i genitori devono impegnarsi a:

- Verificare la temperatura corporea prima dell’ingresso a scuola e far rimanere a casa il proprio figlio in presenza di febbre (uguale o superiore a 37,5°) o altri sintomi influenzali oppure se negli ultimi 14 giorni sia entrato in contatto con malati di Covid e/o con persone in isolamento precauzionale. La scuola dispone di termometri e, in qualsiasi momento, potrà farne uso per monitorare le situazioni dubbie, ma anche a campione all’ingresso a scuola.
- Far rispettare al proprio figlio tutte le disposizioni delle autorità e del Dirigente scolastico per accedere a scuola.
- Provvedere a una seria educazione sui minori e saranno tenuti a sottoscrivere un patto di corresponsabilità con l’Istituto Scolastico.

2. Per tutto l’anno scolastico 2020/2021 sono sospesi i ricevimenti individuali e collettivi dei genitori in presenza da parte dei docenti, tranne nei casi caratterizzati da particolare urgenza e gravità su richiesta del Dirigente scolastico o dell’insegnante interessato. Gli incontri informativi tra docenti e genitori si svolgono in videoconferenze richiedendo appuntamento tramite l’apposita funzione del registro elettronico per la scuola secondaria e tramite mail al Coordinatore di classe per la scuola primaria.

3.L’accesso alla segreteria sarà garantito tutti i giorni, secondo l’orario previsto, sempre previo appuntamento, per casi di necessità, non risolvibili tematicamente o telefonicamente.

4. Non è ammesso l’ingresso a scuola dei genitori, a meno che non siano stati contattati dalla scuola o per gravi motivi. In caso di dimenticanza di materiale scolastico o altri effetti personali i genitori sono pregati di non recarsi a scuola: i bambini e i ragazzi possono farne a meno.

5. I genitori devono impegnarsi a rispettare rigorosamente gli orari indicati per l’entrata e l’uscita, che possono variare da classe a classe.

6. Dopo aver accompagnato o ripreso i figli, i genitori devono evitare di trattenersi nei pressi degli edifici scolastici (marciapiedi, parcheggi, piazzali, etc.).

7. Qualora un alunno si senta male a scuola rivelando i sintomi sopraddetti, sarà immediatamente isolato, secondo le indicazioni del protocollo di sicurezza emanate dal Ministero e dal Comitato Tecnico Scientifico. La famiglia sarà immediatamente avvisata ed è tenuta al prelievo del minore nel più breve tempo possibile. A tale scopo, è indispensabile garantire la costante reperibilità di un familiare o di un delegato, durante l’orario scolastico.

8. In caso di assenza per malattia, la famiglia è tenuta ad informare la segreteria dell’istituto, esclusivamente per telefono al numero 0331 548306.

9. Per la scuola dell’infanzia, dopo assenza per malattia superiore a 3 giorni, la riammissione è consentita con certificazione del pediatra/medico medicina generale attestante l’assenza di malattie infettive o diffusive e l’idoneità al reinserimento nella comunità scolastica.

Torna al sommario

13. Studenti

1. Tutti gli alunni della scuola primaria e secondaria devono essere dotati dalla famiglia di mascherina monouso oppure di altro tipo (ad es. lavabili), da usare nei momenti di ingresso, uscita, spostamenti all’interno della scuola, quando non può essere garantita la distanza interpersonale di 1 metro e in altre occasioni segnalate. È opportuno l’uso di una bustina igienica dove riporre la mascherina quando non è previsto l’utilizzo.

2. Le mascherine monouso dovranno essere smaltite esclusivamente negli appositi contenitori collocati all’interno della scuola e segnalati da apposita cartellonistica.

3. Il materiale didattico di ogni classe (inclusi i giochi della scuola dell’infanzia) non potrà essere condiviso con altre classi/sezioni. I giochi dell’infanzia saranno igienizzati giornalmente, se utilizzati.

4.È fatto divieto di condividere il proprio materiale scolastico con i compagni.

5. Non è consentito utilizzare giochi portati da casa, in nessun ordine di scuola, inclusa la scuola dell’infanzia.

6. Gli alunni devono lavarsi bene le mani ogni volta che vanno al bagno, con sapone e asciugandole con le salviette di carta usa e getta. In ogni bagno è affisso un cartello con le istruzioni per il corretto lavaggio delle mani. In ogni aula e negli spazi comuni è disponibile un dispenser con gel disinfettante.

7. Per l’accesso ai bagni e agli altri spazi comuni è previsto l’uso della mascherina, per gli alunni dai sei anni in su.

8. Le bottigliette d’acqua e le borracce degli alunni devono essere identificabili con nome e cognome, e in nessun caso scambiate tra alunni.

9. I banchi devono rigorosamente essere mantenuti nella posizione in cui vengono trovati nelle aule. Sul pavimento sono presenti due adesivi per ogni banco, che corrispondono alla posizione delle due gambe anteriori.

10. Non si possono portare cibi e bibite da casa da condividere e non è consentito festeggiare compleanni o altre ricorrenze.

11. Allo scopo di evitare ingombri in aula, gli studenti della Secondaria utilizzeranno i libri cartacei solo a casa, mentre in classe usufruiranno di un unico quaderno per tutte le materie, un astuccio contenente lo stretto indispensabile per scrivere (2 matite, 2 penne, 1 gomma). Non sarà necessario portare il diario, perché tutte le annotazioni relative alle attività da svolgere a casa e le comunicazioni con la famiglia avverranno attraverso il registro elettronico e si consiglia l’uso di uno zaino leggero.

12. Gli studenti della scuola Primaria, gli zaini dovranno contenere lo stretto necessario: l’astuccio, un quaderno a righe e uno a quadretti, il diario ed eventualmente un libro. Lo zaino dovrà essere il più leggero possibile in modo da essere posizionato sulla spalliera della sedia. È vietato l’uso del trolley. Una volta tolto il giubbotto ogni alunno lo collocherà in una borsa di plastica resistente e personalizzata (con l’indicazione del nome e del cognome) che verrà posizionata sull’appendino.

13. Una volta tolto il materiale scolastico dallo zaino, gli studenti riporranno i giacchetti/cappotti nello stesso, che terranno sulla spalliera o sotto il banco o appeso in corridoio. In caso di pioggia gli alunni dovranno avere cura di portare con sé un ombrellino richiudibile da tenere nel proprio zainetto.

Torna al sommario

14. Il personale scolastico

1. Tutto il personale scolastico ha l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di temperatura uguale o superiore ai 37.5° o altri sintomi simil-influenzali e di rivolgersi al proprio medico di famiglia e all’autorità sanitaria.

2. Ha l’obbligo di rispettare tutte le disposizioni delle Autorità e del Dirigente scolastico. In particolare: mantenere il distanziamento fisico di un metro (qualora non fosse possibile, indossare la mascherina), evitare assembramenti, osservare le regole di igiene delle mani.

3. Ha l’obbligo di informare tempestivamente il Dirigente scolastico o un suo delegato della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della propria prestazione lavorativa o della presenza di sintomi negli studenti presenti all’interno dell’istituto.

4. È tenuto a comunicare al Dirigente Scolastico o a un suo delegato il mancato utilizzo della mascherina da parte di uno studente o una studentessa.

5. Deve leggere e seguire attentamente le indicazioni riportate sulla cartellonistica anti covid 19 presente nei locali scolastici.

6. Può utilizzare i distributori di bevande e snack nel rispetto del distanziamento fisico di almeno 1 metro tra i fruitori, dopo essersi lavato o igienizzato le mani.

7. Deve smaltire in appositi contenitori, posizionati nei corridoi dell’edificio segnalati da opportuna cartellonistica, i DPI e, una volta terminati, richiederli ai collaboratori scolastici o alla segreteria.

8. I DPI vengono consegnati presso l’ufficio di segreteria e vanno richiesti una volta terminati. Si raccomanda di seguire attentamente le istruzioni che vengono fornite per il loro corretto utilizzo.

Torna al sommario

14.1 I docenti

1. Va mantenuto il distanziamento fisico di almeno 1 metro nei rapporti interpersonali. Il docente deve sempre rimanere posizionato a 2 metri di distanza dagli alunni della prima fila (distanza tra bordi interni di cattedra e banchi).

2. La disposizione dei banchi e delle cattedre non deve essere modificata. Sul pavimento sono predisposti adesivi per le gambe anteriori dei banchi e delle cattedre.

3. Deve essere evitato ogni assembramento nelle sale docenti e presso i distributori di bevande e snack. L’utilizzo delle aule dedicate al personale docente e dei distributori di bevande e snack è consentito nel rispetto del distanziamento fisico di almeno 1 metro tra i fruitori.

4. Si raccomanda l’utilizzo delle comunicazioni telematiche per tutte le situazioni non urgenti.

5. Usare la mascherina fornita dall’istituzione scolastica quando non è possibile mantenere il distanziamento previsto e in tutti gli spostamenti, compresi entrata e uscita. Seguire con attenzione il corretto utilizzo dei DPI. Una volta utilizzati e non più usabili, i DPI devono essere smaltiti in appositi contenitori, posizionati lungo i corridoi e segnalati da appositi cartelli.

6. Durante le lezioni e durante il consumo del pasto a scuola i docenti devono garantire il distanziamento previsto fra e con gli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria e non consentire lo scambio di materiale scolastico, di cibo e di bevande.

7. Durante le lezioni dovranno essere effettuati con regolarità ricambi di aria (almeno 1 ogni ora) e, se le condizioni atmosferiche lo consentono, le finestre dovranno essere mantenute sempre aperte.

8. Si raccomanda l’igiene delle mani e l’utilizzo delle soluzioni igienizzanti messe a disposizione nelle aule e nei locali scolastici. Si raccomanda l’utilizzo delle suddette soluzioni prima della distribuzione di materiale vario agli alunni e dopo averlo ricevuto dagli stessi.

9. Fa parte della cura educativa dei docenti sensibilizzare gli alunni ad una corretta igiene personale ed in particolare delle mani evidenziando la necessità di non toccarsi il volto e, gli occhi, come comportarsi in caso di sternuto o tosse. È necessario leggere attentamente e richiamare anche l’attenzione degli alunni sulla cartellonistica anti Covid 19 presente nei plessi.

10. Si raccomanda di controllare l’afflusso ai bagni degli alunni: non potranno uscire più di due alunni alla volta durante gli intervalli (1 alunno e 1 alunna) e un solo alunno durante le lezioni.

11. Nella consapevolezza delle particolari esigenze dei bambini e degli adolescenti con disabilità sono possibili alcune deroghe che riguardano la riduzione del distanziamento fisico con il personale operante e l’uso della mascherina, così come previsto dal DPCM 17 maggio 2020. In casi particolari, un adulto accompagnerà l’alunno ai servizi igienici.

12. Docenti e educatori si impegnano a promuovere fra gli studenti la comprensione del senso delle misure previste, della segnaletica presente nel plesso e delle regole vigenti durante la permanenza a scuola.

Torna al sommario

14.2 Personale di segreteria

Il personale AA avrà cura di:

- controllare l’accesso agli uffici di segreteria tramite appuntamenti con l’utenza;
- favorire, ove possibile, rapporti telematici con l’utenza;
- controllare che da parte dell’utenza venga rispettato il distanziamento previsto.

Torna al sommario

14.3 Collaboratori scolastici

1. I Collaboratori scolastici dovranno:

- compilare il registro per il tracciamento delle presenze di utenti esterni
- controllare che venga rispettato il distanziamento previsto
- garantire sempre un adeguato tasso di ventilazione e ricambio d’aria
- compilare e sottoscrivere il registro delle pulizie con la massima attenzione
- osservare scrupolosamente le tabelle relative alla frequenza della pulizia e sanificazione degli ambienti.

2.I collaboratori scolastici sono tenuti ad utilizzare i prodotti per l’igiene e per la disinfezione in relazione a quanto stabilito nel Protocollo per le pulizie e ad utilizzare i DPI prescritti per l’uso.

Torna al sommario

15. PROCEDIMENTI DISCIPLINARI

Ai sensi del presente regolamento, le persone che non si conformano alle nuove norme, dovranno essere segnalate al referente Covid.
Tutto il personale della scuola è chiamato a vigilare attentamente sul rispetto del presente regolamento da parte di studentesse e studenti e a informare tempestivamente il Dirigente Scolastico di eventuali violazioni affinché questi possa procedere alla convocazione dei Consigli di Classe laddove sia necessaria.

Torna al sommario